Trasferimenti privati

0
1470

Ammettiamolo. Ci sono momenti in cui vorremmo allontanarci da tutto, trasferendoci nella nostra isola privata.

È un desiderio che confessiamo a noi stessi sotto la doccia, ad un amico davanti ad un caffè o alla propria amata sdraiati sul letto.

Le ragioni? Eccesso di stress da prestazione, depressione, insoddisfazione sociale, sopraffazione di interessi, diffusa negatività di pensiero

Tanti, troppi attendono i fatidici 15 giorni di ferie per credere di sentirsi liberi, evadendo da quella gabbia costruita, mattone dopo mattone, per tutto l’anno.

Scappare non è mai stata una soluzione valida.

Quindi, bisognerebbe ricordarsi ogni giorno che quel momento vissuto non tornerà più, occorrerebbe comprendere a pieno che i conducenti dell’unica vita concessa siamo noi, sarebbe necessario approcciarsi all’occasioni giornaliere in modo positivo e senza aspettative future.

Del resto, la nostra isola privata la deteniamo in noi, basta solo ararla, coltivarla e raccoglierla quotidianamente.

https://www.raffaelemoriello.it/lellocamaleontico/wp-content/uploads/2022/07/IMG_7327.mov

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!