Genitori, figli, disagio.

0
1437

Si ascolta spesso di genitori che esclamano di non aver mai fatto mancare niente ai propri figli. Molti si sostituiscono nelle scelte dei figli e curano nei minimi particolari la loro vita. Mi chiedo spesso perché tanta pseudo protezione? C’è un riscontro positivo per tutta questa premura? 

A parer mio, l’errore più grande che possano compiere i “genitori moderni” è l’applicazione letteraria del servilismo incondizionato. Tale fenomeno, che inizia dalla tenera età, produce figli privi di qualsiasi prerogativa, incapaci pure di sbagliare, adolescenti fermi all’età infantile.

Tutto ciò rispecchia il frutto della odierna società nella quale i ragazzi, fermi ed impacciati, sono in balìa di qualsiasi decisione da affrontare o percorso da intraprendere.
Inoltre, l’apatia giovanile rafforza il modello consumistico frivolo e sfrenato guidato dall’esortazione del verbo “comprare”, distruggendo la tendenza di mettersi in discussione, creando così giovani depressi ed introversi.

Il genitore ha il compito primario di trasmettere i sani valori ed instaurare il rapporto di fiducia con i figli, lasciandoli poi liberi di intraprendere il proprio percorso, senza remore nè impedimenti, comprendendo ed incoraggiando le scelte che nel percorso della vita dovrà affrontare.

Forse questo è l’unico modo per cercare di recuperare gli errori educativi commessi da genitori servitori e lacchè, creatori di una generazione omologata e svuotata di qualsiasi entusiasmo e creatività.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!