La live streaming

0
604

La live streaming andata in diretta ieri pomeriggio, mostra per l’ennesima volta il gioco delle tre campanelle, pratica usuale che si consuma sul Corso Umberto di Napoli.

Risultato

Infatti, i messaggi volutamente fatti trasparire sono essenzialmente due: il primo, questo tanto acclarato “nel e per il bene della città” (clicca e leggi  Dai, vieni avanti! ) sventolato in tutte le salse possibili ed immaginabili dal primo cittadino, facendo intendere che le altre forze politiche di minoranza (un tempo di maggioranza), continuando nel ruolo di opposizione, volessero il male della città.
Il secondo messaggio, vale a dire l’elenco dei punti su cui i due consiglieri comunali hanno scelto di tendere una mano all’odierna maggioranza, sono proposte condivisibili anche da eventuali gruppi anarchici, poiché ribaditi da almeno 15/20 anni in ogni locale occasione elettorale.

Logica politica

Pertanto, sotto l’aspetto della logica politica, della trasparenza e (per usare le stesse parole della diretta) delle cose fatte alla luce del sole, sarebbe stato adeguatamente corretto se il primo cittadino recatosi in giunta, avesse elencato alcuni punti di condivisione ampia e con l’ausilio dei voti (anche della minoranza “cattiva”) avrebbe messo in cantiere, e si spera, portato a termini le utilità che urgono alla città.

Cetacee conclusioni

Invece no, con l’apprezzamento volenteroso riconosciuto ai due consiglieri comunali, il primo cittadino cercando di fare la parte della balena non ha fatto altro che ingabbiarsi nella rete di altri occulti pescatori , che muovendosi tra le acque torbide, terranno tra le corde il suindicato cetaceo.

Il tempo darà risposte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Captcha verification failed!
Punteggio utente captcha non riuscito. Ci contatti per favore!